5 suggerimenti per iniziare il Minimalismo da zero

  • Tempo di lettura:14 minuti di lettura
  • Categoria dell'articolo:Minimalismo
  • Ultima modifica dell'articolo:12 Gennaio 2024
  • Commenti dell'articolo:0 commenti
come iniziare il minimalismo da zero
di Antonio Martone

di Antonio Martone

Iniziare il Minimalismo per semplificare la propria vita è un viaggio personale che va al di là della riduzione di oggetti materiali. È un approccio intenzionale alla vita che si concentra su ciò che è veramente essenziale, promuovendo il benessere mentale, emotivo e fisico. 

In questo post ti darò cinque suggerimenti per iniziare il tuo percorso da minimalista, ma ricorda: non esiste un modo giusto o sbagliato per iniziare, l’importante è che sia significativo per te e che contribuisca al tuo benessere complessivo.

Rifletti sullo scopo

Prima di passare ai suggerimenti pratici per iniziare il Minimalismo, è importante ragionare sul perché si vuole intraprendere questo percorso.

Ho già scritto un articolo sul Minimalismo che ti spiega perché dovresti iniziare, ma ecco alcuni passaggi per aiutarti a esplorare e definire il tuo scopo nel praticare il Minimalismo:

Chiediti il motivo: Domandati sinceramente perché desideri adottare uno stile di vita minimalista. Potrebbe essere per ridurre lo stress, concentrarti su ciò che è veramente importante, liberare tempo per le attività significative o semplificare la tua routine quotidiana. Identifica i tuoi motivi personali.

Obiettivi a lungo termine: Immagina come desideri che la tua vita sia tra 5, 10 o 20 anni. Come il minimalismo può contribuire a raggiungere quegli obiettivi a lungo termine? Definisci chiaramente cosa vuoi ottenere attraverso questo cambiamento.

Crea un mantra o una visione: Sintetizza il tuo scopo in un breve mantra o una visione. Ad esempio, potresti dire “Semplifico per concentrarmi su ciò che conta veramente” o “Libero spazio per la felicità e la connessione autentica“. Diventerà la tua guida quando affronterai decisioni minimaliste.

Tieni presente lo scopo: Mantieni sempre il tuo scopo in mente durante il percorso minimalista. Quando affronti decisioni su ciò che possiedi, il tuo tempo o le tue relazioni, chiediti se ciò che stai considerando è in linea con il tuo scopo.

Registra il tuo progresso: Tieni un diario o un registro del tuo percorso minimalista. Annota come ti senti, i cambiamenti che noti nella tua vita e come il tuo scopo si sviluppa nel tempo. 

Questo può essere una risorsa preziosa per mantenere alta la motivazione.

Decidi cosa è davvero importante

Decidi cosa è davvero importante per te e identifica i tuoi valori fondamentali. Questo passo è cruciale per iniziare il minimalismo perché ti aiuta a stabilire una base solida per le tue scelte e decisioni. 

Ecco come puoi procedere:

Riflessione sui valori: Prenditi del tempo per riflettere sui tuoi valori fondamentali. Cosa è davvero importante per te nella vita? Può essere la famiglia, la libertà, la creatività, la salute, la crescita personale o altro. Fai una lista di questi valori.

Priorità dei valori: Ordina la lista dei tuoi valori in base alla loro importanza per te. Questo ti aiuterà a capire quali aspetti della tua vita dovrebbero ricevere più attenzione e risorse.

Confronta con la tua vita attuale: Guarda la tua vita attuale e confrontala con i valori che hai identificato. C’è coerenza tra ciò che consideri importante e le tue attuali scelte di vita, le cose che possiedi e i tuoi impegni? Questa analisi può rivelare aree in cui puoi apportare cambiamenti.

Scelte in linea con i valori: Inizia a fare scelte che siano più in linea con i tuoi valori fondamentali. Se uno dei tuoi valori è la salute, potresti concentrarti su abitudini alimentari più sane o sull’esercizio fisico regolare. Se la famiglia è importante, potresti cercare di trascorrere più tempo con i tuoi cari.

Elimina il superfluo: Riconosci gli elementi nella tua vita che non contribuiscono ai tuoi valori principali. Ciò potrebbe includere oggetti materiali, attività o relazioni che non sono allineate con ciò che ritieni più importante.

Fai spazio per ciò che conta: Una volta che hai identificato i tuoi valori chiave e hai eliminato ciò che è superfluo, avrai più spazio fisico, mentale ed emotivo per concentrarti su ciò che è veramente significativo per te.

Rinforza le scelte quotidiane: Ogni giorno, cerca di prendere decisioni che rispecchino i tuoi valori fondamentali. Ciò potrebbe riguardare le tue abitudini quotidiane, le persone con cui trascorri il tuo tempo e come utilizzi le tue risorse.

Revisione periodica: I valori possono evolvere nel tempo. Periodicamente, rifletti sui tuoi valori fondamentali e adatta il tuo stile di vita di conseguenza. Questa flessibilità è essenziale per mantenere una vita minimalista significativa.

Identificare i tuoi valori fondamentali ti darà una guida chiara nel prendere decisioni quotidiane e nel plasmare la tua vita in modo più intenzionale e poter così iniziare il minimalismo con il piede giusto.

Decluttering

È arrivato il momento di eliminare tutto ciò che è superfluo dalla tua vita. Il decluttering graduale è un aspetto importante del minimalismo e può contribuire a semplificare la tua vita. 

Ecco alcuni suggerimenti su come farlo:

Fai un inventario: Inizia facendo un inventario degli oggetti che possiedi in una specifica area, come una stanza o un armadio (addirittura potresti iniziare dalla tua borsa o dal tuo portafogli). 

Questo ti darà una visione chiara di ciò che hai e ti aiuterà a decidere cosa è veramente importante e cosa sta occupando solo spazio inutilmente.

La regola dei “3 scatoloni”: Immagina di dover spostare tutto da zero. Chiediti se un oggetto è davvero essenziale. Se non lo è, considera di venderlo, donarlo o buttarlo. Questa regola ti aiuta a valutare l’importanza degli oggetti nella tua vita.

Chiediti se ti porta gioia: Utilizza il criterio di Marie Kondo, autrice del libro “Il magico potere del riordino“. Prendi ogni oggetto tra le mani e chiediti se ti porta gioia. Se la risposta è no, potrebbe essere il momento di separartene.

Categorie specifiche: Organizza il tuo processo di decluttering per categorie. Ad esempio, inizia con i vestiti, poi passa agli accessori, ai libri, agli oggetti per la casa, etc. Affrontare una categoria alla volta può semplificare il processo.

Un passo alla volta: Se senti che eliminare molti oggetti in una volta è troppo impegnativo, adotta un approccio graduale. Ad esempio, impegnati a eliminare un certo numero di oggetti ogni settimana o ogni mese.

Riconsidera gli oggetti “sentimentali”: Gli oggetti legati a ricordi possono essere difficili da eliminare. Tuttavia, rifletti su quali di questi oggetti sono veramente significativi e quali possono essere eliminati o conservati in forma digitale o in modo più compatto.

Libera spazio fisico e mentale: Oltre a liberare spazio fisico, il decluttering contribuisce a liberare la tua mente da sovraccarichi inutili. Un ambiente ordinato può promuovere la tranquillità mentale e la chiarezza di pensiero.

Abbraccia lo stile di vita “one in, one out”: Quando acquisti un nuovo oggetto, cerca di eliminare qualcosa che già possiedi. Questo aiuterà a mantenere un equilibrio e a prevenire l’accumulo eccessivo.

Organizza gli spazi rimanenti: Dopo aver eliminato ciò che non è essenziale, organizza gli spazi rimanenti in modo efficiente. Ciò ti aiuterà a mantenere la tua casa o il tuo spazio di lavoro in ordine e faciliterà il mantenimento della tua pratica minimalista.

Condividi con gli altri: Se hai oggetti in buone condizioni che non usi più, considera la possibilità di donarli o venderli. Ciò può portare gioia a qualcun altro e contribuire a ridurre l’accumulo nell’ambiente.

Il decluttering graduale è un processo che richiede tempo e impegno, ma i benefici a lungo termine possono essere significativi. Riducendo il numero di oggetti nella tua vita, potrai concentrarti su ciò che è davvero importante per te.

iniziare il minimalismo

La regola dei 7 giorni

La regola dei 7 giorni è fondamentale per iniziare il minimalismo. È molto semplice: prima di acquistare qualcosa di non essenziale, fermati e riflettici su per almeno 7 giorni.

Questa regola è una strategia efficace per prevenire gli acquisti impulsivi e assicurarti di investire tempo e consapevolezza nelle tue decisioni di acquisto.

Ecco alcuni suggerimenti per applicare questa regola:

Crea una lista desideri: Piuttosto che acquistare immediatamente ciò che desideri, aggiungilo a una lista desideri. Questo può essere fisico o virtuale, come una lista sul tuo telefono, sul computer, o nella wish list di amazon😉.

Aspetta almeno 7 giorni: Dopo aver aggiunto un articolo alla tua lista desideri, imponiti di aspettare almeno 7 giorni prima di effettuare l’acquisto. Questo periodo ti dà il tempo di valutare se ne hai davvero bisogno o è solo il desiderio dell’oggetto.

Rifletti sulle tue motivazioni: Nel corso dei 7 giorni, rifletti sulle motivazioni che ti spingono ad acquistare quell’oggetto. Chiediti se è veramente necessario, se contribuirà al tuo benessere o se è solo, appunto, un desiderio momentaneo.

Esplora alternative: Durante il periodo di attesa, cerca alternative all’oggetto desiderato. Potresti scoprire che ci sono opzioni migliori, più convenienti o più sostenibili.

Valuta il tuo budget: Durante la riflessione, considera come l’acquisto influirà sul tuo bilancio finanziario. Assicurati di poterti permetterti l’oggetto senza compromettere altri aspetti importanti delle tue finanze.

Se stai per acquistare un telefono da 1500 euro e il tuo stipendio non è molto lontano da quella cifra, chiediti se davvero vale un mese del tuo lavoro.

Chiedi consigli: Parla con amici, familiari o altri che possono avere esperienza con l’oggetto che stai considerando. Le opinioni esterne possono darti una prospettiva più completa.

Elimina dalla lista se necessario: Se, dopo 7 giorni di riflessione, scopri che non hai più interesse o necessità dell’oggetto, eliminalo semplicemente dalla lista desideri.

Acquista consapevolmente: Se, dopo il periodo di attesa, decidi che l’oggetto è ancora importante per te, puoi procedere con l’acquisto. Questo approccio ti consente di fare acquisti in modo più consapevole e ponderato.

Celebra il successo: Ogni volta che resisti all’impulso di acquistare qualcosa di non essenziale, prenditi un momento per celebrare questo successo. Questo rinforza il controllo sugli acquisti impulsivi e rafforza la tua consapevolezza.

Implementando questa regola, puoi ridurre l’accumulo di oggetti non necessari e concentrarti su ciò che veramente conta per te.

Pratica la gratitudine

Apprezza ciò che hai anziché concentrarti su ciò che ti manca. La gratitudine è un aspetto cruciale del minimalismo, poiché ti aiuta a sviluppare una prospettiva positiva sulla vita e a riconoscere il valore nelle cose che già possiedi. 

Ecco come puoi coltivare la gratitudine nel contesto del minimalismo:

Diario della gratitudine: Tieni un diario della gratitudine in cui annoti regolarmente tre cose per cui sei grato. Questo potrebbe includere aspetti della tua vita, persone, esperienze o anche piccoli dettagli quotidiani. 

Scrivere le cose per cui sei grato può cambiare il tuo focus mentale verso gli aspetti positivi della tua vita.

Focus sulle esperienze: Invece di concentrarti sugli oggetti materiali, sii grato per le esperienze che hai vissuto. La gratitudine per le esperienze arricchisce la tua vita in modi che le cose materiali spesso non possono fare.

Semplificati per apprezzare di più: Il minimalismo spesso comporta una riduzione di ciò che possediamo. Questo processo di semplificazione può aiutarti a sviluppare una maggiore gratitudine per ciò che rimane, poiché elimini il superfluo e ti concentri su ciò che è veramente essenziale.

Sii consapevole del presente: Coltivare la gratitudine spesso implica essere consapevoli del presente. Apprezza il momento attuale anziché rimanere concentrato sul passato o preoccuparti per il futuro.

Pratica la mindfulness: Integra pratiche di mindfulness nella tua routine quotidiana. La mindfulness ti aiuta a essere consapevole del momento presente, permettendoti di notare e apprezzare le piccole cose nella vita di tutti i giorni.

Esprimi gratitudine agli altri: Riconosci e ringrazia le persone importanti nella tua vita. Esprimere gratitudine agli altri può creare connessioni più profonde e migliorare le relazioni.

Valuta le tue necessità rispetto ai desideri: Fai una distinzione chiara tra ciò di cui hai veramente bisogno e ciò che desideri. Essere grati per ciò che è essenziale nella tua vita può portare ad una maggiore soddisfazione.

Pratica la gratitudine durante le sfide: Anche durante periodi difficili, cerca di trovare qualcosa per cui essere grato. Questo non solo ti aiuta a mantenere una prospettiva positiva, ma può anche essere un potente mezzo di resilienza.

Sii grato per il tempo libero: Riducendo l’accumulo di oggetti e semplificando la tua vita, avrai più tempo libero. Sii grato per questo tempo aggiuntivo e utilizzalo per attività che portano valore e gioia nella tua vita.

Insegna la gratitudine ai bambini: Se hai bambini, insegnagli il valore della gratitudine. Questo li aiuterà a sviluppare una prospettiva positiva fin dalla giovane età.

Coltivare la gratitudine nel contesto del minimalismo ti aiuta a riconoscere la ricchezza nelle piccole cose e a sviluppare un atteggiamento di apprezzamento per ciò che hai, contribuendo a una vita più significativa e soddisfacente.

Conclusioni

In questo post, abbiamo esaminato diversi aspetti chiave per iniziare il  minimalismo, a partire dalla riflessione sul proprio scopo e la chiara identificazione dei valori fondamentali. 

Abbiamo esplorato il processo graduale di decluttering, incorporando pratiche come la regola dei 7 giorni per evitare acquisti impulsivi. 

Abbiamo approfondito il concetto di condivisione, evidenziando l’importanza di donare o vendere oggetti non utilizzati. 

Infine, abbiamo sottolineato l’importanza di coltivare la gratitudine come fondamentale per apprezzare ciò che si ha. 

Attraverso questi suggerimenti, l’obiettivo è adottare uno stile di vita minimalista che favorisca la consapevolezza, la soddisfazione e la gratitudine per le ricchezze autentiche della vita.

E tu, hai già iniziato la via del Minimalismo? Fammelo sapere nei commenti.

Al prossimo post, 

Antonio M.

CONDIVIDI

Lascia un commento